Location

Nel mezzo della città si apre via Spaccanapoli, un rettilineo di più di un chilometro, stretto e vociante, che divide in due l'enorme agglomerato. È il cuore di questa babele della storia. Qui visse e morì Benedetto Croce

Stanislao Nievo

 

Nessun viaggio a Napoli è completo senza una visita ai suoi Decumani,le 3 strade principali dell'impianto urbanistico progettato in epoca greca e che attraversano in tutta la loro lunghezza l'antica Neapolis. Dei 3 il più famoso è sicuramente il decumano Inferiore, detto anche Spaccanapoli, in quanto divide nettamente, con la sua perfetta linearità, la città antica tra il nord e il sud.

Percorrere questa strada così viva nonostante la sua antica progettazione è in realtà, è il modo più semplice per respirare ciò che di caratteristico questa splendida città ha da offrire!

Lungo il percorso vale la pena perdersi nei numerosi punti di interesse, in cui coesistono differenti epoche storiche che hanno ugualmente lasciato una traccia indelebile: Piazza del Gesù Nuovo con la sua chiesa patrimonio dell’UNESCO, Santa Chiara e il suo chiostro sorprendente , San Domenico Maggiore con il suo incredibile mix di gotico e barocco , la Cappella San Severo con la statua di marmo Cristo Velato del Sammartino , e via San Gregorio Armeno , una strada laterale dove l’arte del presepe tradizionale è ancora viva e vegeta.

Oggigiorno la strada prende il nome da uno dei suoi antichi illustri abitanti, il filosofo Benedetto Croce, e nell’antico palazzo Tufarelli, al civico 23 saremo lieti di accogliere i nostri ospiti nel b&b Decumano XXIII.